Il beato don Carlo Gnocchi

1902 - 1956

 

 

Nel 1936 il cardinale Ildefonso Schuster lo nomina direttore spirituale di una delle scuole più prestigiose di Milano: l'Istituto Gonzaga dei Fratelli delle Scuole Cristiane. In questo periodo studia intensamente e scrive brevi saggi di pedagogia. Il suo libro forse più prezioso: "Educazione del cuore", educare sempre, anche nel gioco. Sarà direttore spirituale del Gonzaga fino al 1946.

 

Don Carlo attira la simpatia dei ragazzi e delle loro famiglie con il suo sorriso naturale e spontaneo: gentile, aperto, disposto a capire tutto, paterno senza essere paternalista; ma fermo, esigente, anche insistente, sicuro nei princìpi cristiani e sicuro che non serva imporli quanto proporli: questo tipo di direttore spirituale è don Carlo al Gonzaga. E' con tutti socievole, incanta con il suo sorriso e con la sua cordialità. Si ferma a chiacchierare con la gente, in particolare con i ragazzi perché è "ammalato di ragazzi".

... READ MORE ...

La "ragazzite" non è una malattia del corpo, è una malattia dell'anima: difficile dire quando don Gnocchi la prese, ma fatto sta che ne era affetto già in Seminario.

 

Nel 1940 l'Italia entra in guerra e molti giovani studenti vengono chiamati al fronte. Don Carlo si arruola come cappellano volontario nel battaglione "Val Tagliamento" degli alpini, destinazione il fronte greco albanese.

 

Nel ‘42 don Carlo riparte per il fronte, questa volta in Russia, con gli alpini della Tridentina. Nel gennaio del ‘43 inizia la drammatica ritirata del contingente italiano: don Carlo, caduto stremato ai margini della pista dove passava la fiumana dei soldati, viene miracolosamente raccolto su una slitta e salvato.

 

... READ MORE ...

I LIBRI DI DON CARLO GNOCCHI

ASSOCIAZIONE DON GNOCCHI GONZAGA

-------------------------------------------

Ogni uomo è colpevole

di tutto il bene che non ha fatto

                                              Voltaire



FOTO e VIDEO: tutte le foto e i filmati sono tratti da Internet e quindi di pubblico dominio, oppure gentilmente concessi dagli autori. In qualsiasi momento, chi non desiderasse apparire può chiedere di essere cancellato inviando una mail alla redazione.

 

Questo sito viene aggiornato senza alcuna periodicità. Perciò non è una testata giornalistica e non può considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001.

Tutto il materiale presente nel sito - testo, immagini e filmati -  è pubblicato a scopo divulgativo, senza fini di lucro. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno rimosse immediatamente.